Archivio storico

Complesso documentario di impareggiabile ricchezza e interesse per consistenza e contenuti, l’Archivio conserva elementi unici e inediti per la storia del cinema: migliaia di documenti che testimoniano la vita e l’attività di società, registi, sceneggiatori, attori e tecnici del cinema muto e sonoro, italiano ed estero. Un patrimonio di oltre un centinaio tra fondi e raccolte, formato da dossier, documenti e carte sciolte di origine e natura molto diverse tra loro. La documentazione copre con continuità tutto l’arco cronologico del XX e XXI secolo e, più sporadicamente, i secoli XVIII e XIX con testimonianze relative all’archeologia del cinema e alla fotografia. Gli Inventari dei fondi archivistici sono periodicamente aggiornati e pubblicati online.

Ultimo aggiornamento dell'inventario: luglio 2017.

 

I servizi

Consultazione

I documenti d’archivio sono consultabili il martedì previa prenotazione per email (archivio@museocinema.it).

L’accesso è libero, effettuando il tesseramento.

Nella Sala Consultazione sono a disposizione inventari editi e postazioni da cui accedere agli inventari pubblicati sul sito.

La richiesta di consultazione va presentata al personale di sala compilando l’apposito modulo.

Il personale dell’Archivio è disponibile per assistere l’utenza nello svolgimento delle ricerche, nella consultazione degli inventari e nella selezione di risorse informative su Internet.

Sono disponibili postazioni per l’utilizzo di PC portatili, con prese di alimentazione e collegamento wifi gratuito.

Riproduzione

La riproduzione tramite fotocopia non è consentita, in particolare per documenti rilegati, pergamene, documenti facilmente deteriorabili o in cattivo stato di conservazione, documenti di grandi dimensioni e disegni.

Per esclusivo uso di studio e previa autorizzazione del responsabile dell’Archivio, è consentito fotografare i documenti.

La riproduzione di materiali originali comporta il pagamento di una quota differente a seconda dell’utilizzo come indicato nelTariffario.

 

Occorre precisare che in determinati casi il Museo è proprietario dei materiali originali, ma non dei diritti di utilizzazione economica relativi agli stessi e che i documenti sono vincolati da norme di protezione dei dati personali. La pubblicazione di immagini di documenti d’archivio è pertanto possibile se non ci sono impedimenti legati alla vigente legislazione su diritti e privacy; in caso contrario il richiedente dovrà ottenere il necessario consenso dagli aventi diritto e, eventualmente, corrispondere quanto dovuto, sollevando il Museo da ogni responsabilità.

Il richiedente dovrà sottoscrivere e inviare all’Archivio uno dei seguenti moduli, a seconda dello scopo della richiesta:

Richiesta autorizzazione a pubblicare

Richiesta di riproduzioni per motivi di studio o ricerca

Autorizzazione per riproduzione ed esposizione

 

Prestito dei materiali

Il prestito di materiali originali deve seguire la procedura richiesta dalla Soprintendenza archivistica per il Piemonte e la Valle d’Aosta come indicato nel documento Condizioni per il prestito.

Contatti

Carla Ceresa
tel. +39 011.138.596
mail: ceresa@museocinema.it