SoundFrames. Cinema e musica in mostra

Mole Antonelliana
26 Gennaio 20187 Gennaio 2019

Nell’anno in cui si celebra il centenario della nascita di Leonard Bernstein, uno dei massimi compositori e direttori d’orchestra del Novecento,  il Museo Nazionale del Cinema  organizza una mostra che indaga la complessità del rapporto tra musica e immagini in movimento nel modo più ampio possibile, consapevolmente non esaustivo, attraverso un approccio non solo cronologico, ma fondato sulla costruzione di sezioni tematiche trasversali. L’aspetto più importante dell’esposizione è la multimedialità, pensata per offrire al visitatore una vera e propria visita esperienziale. La mostra, infatti, è composta esclusivamente da proiezioni che si snodano lungo tutta la rampa elicoidale dell’Aula del Tempio, a formare un film ideale in cui si vogliono raccontare i mille modi in cui la musica e  le immagini del cinema si sono incontrati nel corso di oltre un secolo. Per questo motivo al visitatore saranno fornite cuffie wireless, necessarie per un’immersione a 360° nella mostra. A completare questo viaggio emotivo nell’universo musicale del cinema, l’ultima parte del percorso prevede sei stanze dalle caratteristiche spiccatamente interattive, mentre l’Aula del Tempio sarà sfruttata a pieno nelle sue caratteristiche di sala cinematografica e di palcoscenico per sonorizzazione dal vivo di film muti, performance sperimentali e incontri con i grandi protagonisti della musica contemporanea, che hanno e hanno avuto strette relazione con il cinema.
La mostra, nata da un  concept di Donata Pesenti Campagnoni e a cura di Grazia Paganelli e Stefano Boni, con la collaborazione di Maurizio Pisani, è in programma al Museo Nazionale del Cinema dal 26 gennaio 2018 al 7 gennaio 2019. La mostra è dedicata a Gianni Rondolino.

 

EVENTI di GIUGNO

ARCHIVISIONI

Museo Nazionale del Cinema e AMNC - Archivio Superottimisti organizzano l’evento inaugurale de La Notte degli Archivi 2018: una videoinstallazione alla Mole Antonelliana, sonorizzata dal vivo da un gruppo da camera dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai.
La videoinstallazione sarà una sorta di dialogo visivo tra una selezione delle collezioni della Cineteca del Museo  e una selezione di materiali dall’Archivio Superottimisti, dedicato ai film di famiglia. Da un lato immagini delle origini del cinema, realizzate dai pionieri della produzione torinese; dall’altro i film amatoriali degli anni Cinquanta-Ottanta, realizzate da cineamatori piemontesi. Un dialogo visivo che, attraverso l’analisi di alcuni temi (il cinematografo e il cineamatore, il lavoro, l’amore, il tempo libero, le esposizioni universali, la scuola), vuole far riflettere sui cambiamenti della città e della società. Le immagini scorreranno in parallelo, unite dalla musica dal vivo. La Notte degli Archivi si trasforma quest’anno in un vero e proprio festival, il Festival degli Archivi - Archivissima, con l’obiettivo di valorizzare il patrimonio cittadino, aprendolo a un pubblico non specializzato attraverso l’organizzazione di eventi, workshop, percorsi di formazione, incontri e tour. La serata è anche l’occasione per presentare I-Media- Cities, Innovative e-environments for Research on Cities and the Media, progetto finanziato dal programma di ricerca e innovazione Horizon 2020 dell’Unione Europea che vede il Museo tra i partner principali.

venerdì 8 giugno 2018, ore 17.30 - Mole Antonelliana
​Ingresso con biglietto del Museo 
Speciale ingresso gratuito, dalle ore 17, per accreditati Archivissima muniti di braccialetto (fino max 100 persone).


MOKADELIC vs GOMORRA
Alessio Mecozzi (chitarra, synth), Cristian Marras (basso, synth) Alberto Broccatelli (batteria), Maurizio Mazzenga (chitarra) e Luca Novelli (piano, chitarra) sono i Mokadelic, band post rock romana nota soprattutto per aver firmato la colonna sonora di Gomorra – La serie (ma reduce da dieci anni di lavoro inteso per le musiche di A.C.A.B., Come Dio comanda, Pulce non c’è, Sulla mia pelle). Forti di questo successo, propongono uno spettacolo live in cui eseguono dal vivo i pezzi più famosi, sulle immagini della serie italiana che ha riscosso il maggior successo a livello internazionale.

Sabato 16 giugno 2018, ore 21 - Mole Antonelliana
​Ingresso con biglietto del Museo

 

PROJECT-TO vs VOYAGE AU CONGO
In occasione di CreativAfrica 2018, il Museo NAzionale del Cinema propone una sonorizzazione sperimentale. Si tratta del film Voyage au Congo di Marc Allegret e André Gide, a metà tra film di viaggio e documentario etno-antropologico, recentemente restaurato dalla Cinémathèque Royale de Belgique.
Dal 1926 al 1927, infatti, Marc Allégret accompagnò André Gide attraverso l'Africa equatoriale francese e, mentre Gide scriveva il suo diario, che sarebbe diventato un celeberrimo libro dal titolo, appunto, Voyage au Congo, Allégret usò invece le immagini per raccontare una personale visione dello stesso viaggio, realizzando il suo primo film muto. A rendere unica la visione di un film tanto prezioso sarà la colonna sonora originale appositamente composta da Riccardo Mazza (Project-TO), che per l'occasione verrà eseguita in live-set dall’autore.

Sabato 23 giugno 2018, ore  21 - Mole Antonelliana
Ingresso con biglietto del Museo

Partner e sponsor