Privacy

Informativa ex art. 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n.196

1. I dati personali e/o sensibili ai sensi del Codice in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196) relativi a clienti, fornitori e utenti trattati dal Museo Nazionale del Cinema rientrano nelle seguenti categorie:

  1. dati identificativi (nome/cognome, ragione/denominazione sociale, sede, utenze telefoniche e di posta elettronica, dati fiscali, ecc.);
  2. dati relativi ad attività economiche e commerciali (ordini, solvibilità, dati bancari, dati contabili e fiscali, ecc.).

Tali dati sono utilizzati nei limiti e per il perseguimento delle finalità relative alla tipologia di rapporti di volta in volta instaurati e per tutti gli adempimenti inerenti e conseguenti allo svolgimento di attività amministrative, commerciali, contabili e fiscali.

2. Il conferimento dei dati e il relativo trattamento sono obbligatori per il perseguimento delle seguenti finalità:

  1. eventuale instaurazione del rapporto, laddove questa non sia già intervenuta;
  2. adempimento di tutti gli obblighi legali (inclusi quelli riferiti alla disciplina in materia di “trasparenza” ai sensi e per gli effetti del D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 e contrattuali connessi all’esecuzione e cessazione del rapporto.

L’eventuale rifiuto a fornire i dati per tali finalità potrà determinare l’impossibilità del Museo Nazionale del Cinema a dare corso ai rapporti contrattuali medesimi e agli obblighi di legge.

3. I dati sono trattati con le modalità indicate all’art. 11 del D.Lgs. 196/2003. 
Il trattamento è effettuato con il supporto di strumenti cartacei, informatici o telematici. Possono accedere, e quindi venire a conoscenza dei dati, esclusivamente i soggetti autorizzati (incaricati e/o responsabili interni ed esterni formalmente nominati, e ai quali sono state fornite specifiche istruzioni). Ferme restando le comunicazioni eseguite in adempimento di obblighi di legge e contrattuali, tutti i dati raccolti ed elaborati potranno essere altresì comunicati in Italia e/o trasferiti in altri paesi dell’Unione Europea esclusivamente per le finalità sopra specificate a:

  1. società di servizi, società di elaborazione dati, consulenti legali, contabili o fiscali e, in genere, a tutti gli organi preposti a verifiche e controlli in merito al corretto adempimento delle finalità su indicate;
  2. eventuali altri soggetti esterni al Museo Nazionale del Cinema con i quali siano in corso precisi accordi in merito alle misure da adottare per garantire la sicurezza dei dati loro affidati, che in ogni caso saranno trattati esclusivamente per il perseguimento delle finalità sopra indicate.

4. Titolare del Trattamento è il Museo Nazionale del Cinema - Fondazione Maria Adriana Prolo, via Montebello 20 - 10124 Torino, codice fiscale e partita IVA 06407440012.
Per verificare i dati personali e chiederne l’integrazione, l’aggiornamento o la rettifica, e/o per esercitare gli altri diritti previsti dall’art. 7 del Codice in materia di protezione dei dati personali, il cui testo è trascritto qui di seguito, si potrà contattare il Responsabile tecnico del Trattamento dei dati (dr. Daniele Tinti - via Montebello 22, 10124 Torino - 011 8138505 - tinti@museocinema.it).

"1. L’interessato ha diritto di ottenere la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. 2. L’interessato ha diritto di ottenere l’indicazione: a) dell’origine dei dati personali; b) delle finalità e modalità del trattamento; c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici; d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell’articolo 5, comma 2; e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati. 3. L’interessato ha diritto di ottenere: a) l’aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. 4. L’interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta; b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale".

 

Torino, 2 maggio 2016